«

»

Pablo Ciallella

Non è proprio “dura la vita a Milano città” per Pablo Ciallella che per il suo album d’esordio si vede produrre dalla Non ho l’età, casa discografica di Alberto Salerno e Mara Maionchi, conosciuta ai più come conduttrice e giurata del programma Rai2 XFactor della scorsa stagione. A credere nel progetto Pablo c’è anche la Warner Music Italy, che nell’estate 2006 lo ha accolto nella rosa dei suoi artisti e lo ha presentato al grande pubblico. Arrangiato dal famoso produttore Roberto Vernetti, il disco contiene dieci brani, tutti scritti dal giovane artista italo-argentino. Il primo singolo, “Dura la vita a Milano città” è il brano trainante dell’intero album, una sorta di talkin’ che risulta essere interessante ma pienamente esaustivo dell’intero lavoro. Seguono perle di saggezza come la scanzonata e terzo singolo “Rincoglionito” o la più impegnata “Fast food universale” che insieme all’uscita del film di quel periodo Fast Food Nation di Richard Linklater, ritrae il lato oscuro dello stile di vita delle catene di fast food.
Molti suoni come si conviene per una grande major vengono fuori patinati, curati, perfetti e radiofonici, ma Vernetti senza un ordine logico-tematico sparge arrangiamenti come appunti disordinati. Il brano “La Lavatrice”, in particolare inizia così con una specie di mantra tibetano, per poi virare a bellissimi cori Rhythm and blues senza collegamento.  Nonostante le struttre dei testi siano molto interessanti, le tematiche lo sono meno e Ciallella rimane sempre in bilico tra un Bugo ed un Tricarico e una bella e genuina ispirazione.  Oggi in un periodo, saturo di nuovi spazi musicali, per suonare e per essere ascoltato ci va molto impegno, molta identità e anche molta fortuna, ma non solo a Milano. Quello di Pablo è un disco bello e interessante che fa ben sperare per il suo futuro, se solo si riuscirà a mettere davanti a tutto l’artista e non la sua produzione.
Antonello Furione
Contatti:
www.pablociallella.com

Permanent link to this article: http://therockblogreview.com/pablo-ciallella/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>