«

»

Marco Albani – Encuentro

Nylon, Hammond, Passione e Charango. 

 

A volte si trova una musica per tutti, una musica per tutte le stagioni, per ogni gusto, per ogni viaggio, una musica per ogni avventura, che ha il valore di accompagnarti nel tuo viaggio personale, portandoti per mano e riuscendo ad esaltare esclusivamente quello che vivi, senza troppa difficoltà, senza infastidirti, senza chiederti niente in cambio, esclusivamente rimane vicina ai tuoi pensieri come una buona compagna di viaggio. Questo è il caso di Marco Albani, con il suon nuovo lavoro “Encuentro” che arriva a quattro anni di distanza da “Chronos” (del 2006).
Nick the Night Fly ascoltando questo disco che di sicuro potrebbe inserire nella sua playlist notturna direbbe esclusivamente “Nice one…”, perchè non c’e’ proprio niente da aggiungere, solo da ascoltare un disco elegante e latino con qualche appiglio al mondo di Pat Metheny. L’artista romano, con la sua chitarra acustica, ci catapulta dentro ad un viaggio estivo e sudamericano, alla ricerca di nuove sonorità. Dal profondo Brasile di “Cadeau Cadeau”, dove l’occidente incontra altre culture, si passa ai tanghi argentini di “Pasiòn”. Undici brani acustici e strumentali, eccetto “O Meu Avo“ dove la malinconia e lo stupore vengono profondamente amplificate dalla voce di Umberto Vitiello: un testo in portoghese dedica al nonno che gli ha trasmesso l’amore per la musica.
Tra Jazz acustico e World Music si fondono passione ed entusiasmo, l’accuratezza e il tocco, portano la qualità di questo lavoro ad alti livelli. Fraseggi che spesso hanno il sapore della maestria, di chi improvvisando sa cosa dire e soprattutto sa dove vuole andare. Così sembra che la tecnica diventi sicurezza e semplice capacità di far parlare la propria chitarra. La bellissima chiusura del disco affidata a “Niños Por Siempre” fa rimanere sospeso tutto il viaggio, una melodia che insegue se stessa, ed è come se una volta che avete sperimentato il viaggio, con queste atmosfere, non potete far altro che lasciare il disco sul piatto e riascoltarlo di nuovo per continuare il vostro viaggio. È un album raffinato che non stanca. Accompagnato da tanti ospiti musicali come Maurizio Giamarco, Marco Siniscalco e lo Gnu Quartet. Albani arriva all’apice della musica latina partendo dal sud america e approdando alla fine nel Mediterraneo.
Antonello Furione
Contatti:

Permanent link to this article: http://therockblogreview.com/marco-albani-encuentro/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>