«

»

Lorenzo Colella – Out South

“Un percorso attraverso un anno, da un settembre al successivo, Nel settembre 2007, Villa a Sesta, nome della località toscana dove mi trovavo, è stato il primo brano di quelli del disco. Poi sono venuti gli altri durante l’inverno e, nel settembre 2008 sono stati registrati. “Jeff” è dedicato a Jeff Buckley, “Bianco” l’ho scritto per Luca, il contrabbassista, “Song” è una canzone. “Red” come la sulla in campagna. “Zut” per le occasioni perdute. “12/10” è una data. “S.o.s” è un momento critico. “Coda” per mio padre”. Così Colella spiega il suo album d’esordio.Raramente ascoltare buona musica ha la stessa pienezza di una buona lettura, ma è questo il caso di Lorenzo Colella che con il suo progetto originale “Out south” accompagna e lascia trasportare la mente proprio come si fosse nel bel mezzo di un capitolo di svolta di un romanzo. Autentico ed essenziale, che sa di vera vita vissuta e di grande coerenza stilistica, l’artista spazia in diversi generi tenendo come base un jazz confidenziale e di facile ascolto. Nelle nove tracce come fossero appunti di viaggi, si è proiettati in uno scenario suggestivo, un viaggio fatto di avventura, di gioia, di qualche momento di tristezza e anche di meditazione.

Out South, “Fuori da qui” senza eccessi e forzature, in 40 minuti scorre in maniera naturale, il quartetto riesce a creare un album vivo, passando dal jazz e rock-blues fino al folk americano. Tra le migliori tracce sicuramente Red, Song e Jeff da preferire alla più elettrica come 12/10, in cui la chitarra, nonostante spezzi un po’ il viaggio risulta un po’ troppo ossessiva in qualche passaggio.  I musicisti provenienti da esperienza musicali diverse danno il loro contributo corale, i diversi viaggi, diverse esperienze portano al coraggio di innovare e provare a raccontare semplicemente quello che si è visto con più facilità e immediatezza, senza tanti ritocchi o ripensamenti e con molta semplicità. Questo è proprio un bel disco d’esordio che si trova confezionato a sorpresa con un packaging eco-sostenibile. Se forse si vuole trovare un difetto all’artista e che forse il guitar leader non spicca così tanto nell’amalgama del gruppo, ma a questo si potrà facilmente ovviare con i lavori futuri.
Per questa giovane etichetta: la Fitzcarraldo Records, l’originalità è di casa e sicuramente si riuscirà ad osare e a colpire sempre meglio con nuova musica giovane e di classe come questa, per giovani intenditori e magari sempre con questa particolare attenzione all’ambiente.
Antonello Furione
Contatti.
www.myspace.com/lorenzocolella
http://www.fitzcarraldorecords.com

Permanent link to this article: http://therockblogreview.com/lorenzo-colella-out-south/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>