«

»

Graffiti 6 – 93 Feet East – Brick Lane – London

Una bella rivelazione per il sottoscritto quella di ieri sera al 93 Feet East di Brick Lane. Si sono esibiti alcuni gruppi tra i quali i Graffiti 6 un progetto che spazia dal surf al folk, dal soul al funk. La band, nata circa 18 mesi fa, e’ composta dal produttore inglese Tommy D, che ha collaborato con artisti come Jay-z, Kanye West, Kylie Minogue, Kt Tunstall, e dal cantautore Jamie Scott, turnista e splendida voce di Alicia Keys e Kelly Claskson. Ieri sera c’erano sul palco anche altri 2 turnisti che si alterneranno per i live. La storia del duo inizia con un semplice brano “Stare in to the sun” creato per una colonna sonora creata per una campagna pubblicitaria televisiva del quotidiano The Sun. Jamie Scott scrive una manciata di pezzi: “Annie you save me”, “Free”, e la bellissima “Stone in my heart” e’ in questo modo che a marzo 2010 vede la luce il primo Ep.
Sul palco lo spettacolo inizia con “Stone in my heart” a cappella, davvero di forte impatto: e’ un improvvisazione continua che prosegue senza confini di generi e di stili. In un intervista TommyD dice: -“Quello che amo di questo gruppo è che non abbiamo mai avuto un piano: quando creiamo un brano, non abbiamo alcune idea di dove andremo a finire”- e cosi’ e’ stato. Sono grandi vocalita’, grande professionalita’ e qualche suono piu’ soft e piu’ acustico di quelli elettronici che si ascoltano sul disco. Le due voci piu’ le altre due di supporto dal vivo si intrecciano alla perfezione, e anche se, ogni tanto, sembra un po’ tutto preparato a tavolino e troppo perfetto per essere vero, la musica cattura velocemente i cuori di tutto il pubblico pagante della serata e quando all’una in punto si accendono le luci e la security irrompe sul palco bloccando il live a causa della “tarda” ora, nonostante ci fosse un pezzo ancora in corso, la delusione e’ tanta, ma non si potra’ far altro che aspettare impazienti il prossimo show londinese.
Per la maggior parte i testi sono pieni di ottimismo, la voce ricorda a tratti Ray Lamontagne, ed e’ musica che cattura i cuori e la fantasia di molti, come per altre folk band in questo momento, i Graffiti 6 sono a meta’ tra old style, northern soul anni 60, e Futuro, con una grande ricchezza e sapienza nell’uso di svariati strumenti musicali (da studio) affiancati ai tradizionali, campane, xilofoni, violini e percussioni acustiche. Interessanti riff ed in definitiva una combinazione vincente. Anche alcune cover rimaneggiate alla perfezione anche dal vivo come “I Gotta Feeling” dei Black Eyed Peas e “Fuck You” di CeeLo, danno al gruppo riflessi freschi, giovani e davvero pieni di colori tutti da scoprire.
Antonello Furione

Membri del gruppo:
Jamie Scott: vocals, guitar, production
TommyD: guitar, production

Contatti:
www.graffiti6.com
http://www.myspace.com/graffiti6
www.93feeteast.co.uk

 

Permanent link to this article: http://therockblogreview.com/graffiti-6-colors-93-feet-east-brick-lane-london/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>